Eliminare il calcare dall’acqua: ottieni risparmio e più sicurezza

Se il tuo obiettivo è eliminare il calcare dall’acqua e ottenere, quindi, un risparmio di acqua, tempo, detergenti e salute… allora stiamo parlando dello stesso argomento.

Il calcare nell’acqua del nostro rubinetto si forma per specifiche ragioni riguardanti i componenti chimici presenti in soluzione nell’acqua. La durezza è il paramento che indica il contenuto di sali disciolti in acqua, in particolare la quantità totale di sali di calcio (Ca) e magnesio (Mg) sotto forma di cloruro di calcio (CaCl2), solfato di calcio (CaSO4), cloruro di magnesio (MgCl2) e solfato magnesio (MgSO4).

La durezza riguarda perciò il contenuto totale di sali di calcio e magnesio nell’acqua. Questo parametro è importante poiché il calcare e l’acqua dura sono causa di problemi che colpiscono boiler, lavatrici, lavastoviglie, rubinetteria, sanitari, tubazioni ma anche tessuti e biancheria, i nostri capelli e la nostra pelle.

Vuoi sapere quanto è dura l’acqua del tuo rubinetto? Chiedicelo in chat per ottenere un sopralluogo gratuito e per un’analisi approfondita delle componenti bio-chimiche a partire da 39 euro.

Eliminare il calcare dall’acquaè importante, e non soltanto per le incrostazioni e le macchie che vediamo su rubinetteria e sanitari. I depositi di calcare possono danneggiare gli elettrodomestici di uso comune, come la caldaia, lo scaldabagno, la macchinetta del caffè, con costi di riparazione o sostituzione dell’elettrodomestico che vanno sicuramente conteggiati nelle nostre spese per la casa. Ma oltre alle macchie e agli accumuli di calcare, l’acqua può risultare troppo dura anche per la nostra igiene personale (pelle e capelli), per l’alimentazione dei nostri animali domestici e per la crescita delle nostre piante, fiori e ortaggi.

Scrivici in chat whatsapp e parlerai con un tecnico esperto per info e per prenotare un sopralluogo.

CHI SIAMO: Global Water Solution – da 22 anni ci preoccupiamo della tua acqua a Roma e centro Italia.


Eliminare il calcare e altri dubbi sulla qualità dell’acqua

Eliminare il calcare prima o eliminare il calcare dopo?

Fai la tua scelta. Puoi decidere di intervenire dopo, oppure prima che il problema si realizzi. Puoi munirti di prodotti chimici ed olio di gomito, ed eliminare manualmente gli accumuli e le macchie di calcare… oppure puoi installare un sistema di purificazione e addolcimento dell’acqua a monte. Tieni solo conto del fatto, però, che intervenendo a monte, non risolvi solo i problemi che vedi, ma anche quelli invisibili: incrostazioni nelle tubazioni, accumuli invisibili, rischi per la salute, risparmio di acqua e detergenti, e molto altro.

Quanto costa un addolcitore di acqua?

Per eliminare il calcare dall’acqua è necessario ridurre la durezza per evitare la formazione di accumuli e incrostazioni. L’unico modo per farlo è attraverso un addolcitore, un apparecchio che si installa “a monte” e che interviene per addolcire tutta l’acqua che arriva alle nostre tubazioni, ovvero trattiene gli ioni di calcio e magnesio rendendola meno calcarea e dura.

L’addolcitore svolge un’azione di filtro e purificazione dell’acqua trattenendo gli ioni di calcio e di magnesio, in un processo chiamato “scambio ionico” attivato grazie a delle resine alimentari. Per una resa ottimale, l’addolcitore acqua viene installato sull’attacco idrico principale, ma esistono in commercio anche modelli compatti che si installano sotto il lavello.

Il prezzo di acquisto ed installazione di un addolcitore può variare moltissimo e in base a tantissimi parametri; una forbice, forse poco indicativa, può essere dai 200€ ai 3.000€, ma il nostro consiglio è di confrontarsi a quattro occhi con un esperto installatore e ragionare sulle cifre reali delle nostre esigenze. Anche solo per ricevere informazioni, senza alcun impegno, contattateci vi a chat o via telefonica e potrete parlare con un nostro esperto -> chat whatsapp

Risparmio e sicurezza

Quello che sicuramente è emerso dalle poche righe che vi abbiamo qui proposto, è che l’investimento per un addolcitore che elimini il calcare dall’acqua si traduce in un vantaggio immediato su risparmio e sicurezza.

Alla voce risparmio, vanno aggiunte tutte le spese per l’acqua in bottiglia o in serbatoio che regolarmente acquistiamo per bere e le altre faccende quotidiane, oltre che tutti i costi risparmiati di manutenzione e sostituzione degli apparecchi elettrodomestici.

Alla voce sicurezza, va invece sicuramente affiancata la voce salute che riguarda l’assorbimento (bere, mangiare, igiene quotidiana) di acqua meno dura e quindi più “leggera”. Il nostro medico nutrizionista apprezzerà…

Per qualsiasi altro dubbio, curiosità o richiesta di informazioni e preventivi, ecco il nostro numero diretto: 3393904634

P.S. seguici sui social (facebook, instagram)

 

Vuoi saperne di più?

L’acqua del rubinetto è potabile?
Kit depurazione acqua pozzo: di cosa hai bisogno per rendere sicura l’acqua?
Incentivi Fiscali Acqua 2022 – come funzionano
Alta concentrazione di arsenico nell’acqua: eliminiamolo per sempre!
Un test per la legionella nell’acqua: elimina il rischio legionellosi!
Osmosi inversa: filtri e membrane, cosa c’è da sapere
Acqua liscia, acqua frizzante: acqua gassata a prezzo di costo
Gasatore acqua: fanno bene o fanno male?
Depuratori acqua: come orientarsi sul mercato?

L’acqua del rubinetto è potabile?

Molti ci domandano se l’acqua del rubinetto della propria città sia potabile. La risposta è: generalmente sì.

L’acqua del rubinetto è potabile?

La risposta non è univoca ma, in generale, possiamo dire che l’acqua del Gestore Idrico pubblico (nella maggior parte dei casi ACEA) è potabile e anche utilizzabile per ogni uso quotidiano: igiene personale, preparazione di cibi e bevande, nutrire gli animali domestici, annaffiare l’orto e così via.

Però… ci sono dei però.

Premesso che – ogni volta che è possibile e in assenza di controindicazioni mediche – va preferita l’acqua del rubinetto all’acqua minerale in bottiglia e non solamente per una ragione di costo (l’acqua in bottiglia arriva a costare, per ogni litro, anche centinaia di volte in più dell’acqua del rubinetto) e di comodità (basti pensare al peso di una cassa d’acqua presa al supermercato), ma anche e soprattutto per ragioni ecologiche: l’acqua in bottiglia inquina, per l’uso della plastica ma anche per i carburanti impiegati nel trasporto.

Inoltre, e questo va sottolineato, l’acqua del rubinetto viene sottoposta a molti più controlli e molto più frequenti dell’acqua in bottiglia, di cui sappiamo solo ciò che c’è scritto sull’etichetta: ovvero troppo poco!

Un po’ di dati sull’acqua del rubinetto

Secondo un’indagine di Legambiente, l’acqua del rubinetto ha una cattiva fama nel nostro paese, tanto che il 29% delle famiglie italiane non si fida a berla! L’Italia è infatti il primo paese in Europa e il secondo al mondo per litri acqua imbottigliata: 206 litri pro-capite all’anno. Eppure l’acqua che esce dai nostri rubinetti è controllata attentamente e ripetutamente e per essere potabile deve  soddisfare stringenti parametri microbiologici, chimici e fisici.

Secondo un’altra indagine, condotta da Altroconsumo sia sull’acqua delle fontanelle pubbliche sia sull’acqua in bottiglia è emerso un dato molto importante: in entrambe emerge la presenza di microplastiche. Un problema che appare sempre più diffuso e di grande importanza per i possibili risvolti sulla salute delle persone e dell’ambiente.

Qual è la soluzione migliore per bere con tranquillità acqua del rubinetto?

Per avere la certezza assoluta della qualità e della purezza della nostra acqua occorre eseguire presso un laboratorio specializzato delle analisi (Global Water Solution collabora da anni con vari laboratori) che tengono in considerazione circa 400 parametri, sia di carattere chimico che microbiologico. I dati più importanti riguardano durezza, residuo fisso, sodio, nitrati, metalli pesanti, solventi, pesticidi, disinfettanti, oltre che batteri e virus.

Con l’osmosi inversa si possono risolvere pressoché tutti i problemi legati all’acqua per uso umano. Intendiamo per uso umano, l’acqua usata per berecucinare, lavare i denti, annaffiare le piante, nutrire gli animali domestici, far funzionare gli elettrodomestici ecc. L’acqua osmotizzata è infatti pura e sicura al 100%. Global Water Solution ha due decenni di esperienza in questo campo: ponici tutte le domande che vuoi. Il principio su cui si basa l’osmosi inversa è un processo fisico: l’applicazione di una pressione che spinge l’acqua attraverso una membrana osmotica che trattiene le sostanze inquinanti. Inoltre i depuratori hanno una serie di filtri a carboni attivi che eliminano altri potenziali inquinanti e sapori sgradevoli. Ciò che otteniamo è un ottima acqua oligominerale perfettamente potabile e a bassa durezza.

Vuoi saperne di più? Contattaci via chat whatsapp oppure esplora gli articoli del nostro blog.

P.S. seguici sui social (pagina facebookpagina instagram)

 

Analisi e potabilizzazione acqua del pozzo privato

Vuoi rendere potabile l’acqua del pozzo per bere e cucinare?

Nessun problema: analisi e lavori di potabilizzazione del pozzo sono oggi alla portata di tutti. Global Water Solution si occupa di potabilizzazione e purificazione dell’acqua da vent’anni. Grazie alla collaborazione con laboratori chimici certificati procediamo all’analisi dell’acqua del tuo pozzo in pochi giorni. Chiamaci per un sopralluogo e un primo test dell’acqua completamente gratuito.

Analisi complete a partire da 39 euro: scrivi un messaggio in chat whatsapp per info e prenotare un sopralluogo: 339 39 04 634 

 

Test e analisi chimica e microbiologica dell’acqua

Tutto inizia con un test della qualità dell’acqua del pozzo. Se il test rivela che l’acqua non è potabile, allora attiviamo un laboratorio autorizzato per eseguire analisi complete per conoscere le caratteristiche chimico-fisiche e microbiologiche dell’acqua ed individuare la soluzione di potabilizzazione più opportuna. Gli agenti inquinanti più comuni nei pozzi sono:

  • Arsenico
  • Batteri (come la famigerata Legionella)
  • Nitrati
  • Fluoruri
  • Ferro e altri metalli pesanti
  • Virus
  • Eccesso di calcio e manganese (che da luogo a quello che comunemente chiamiamo calcare)

Per approfondire, puoi leggere anche questa e questa pagina. Per contattarci direttamente: numero di telefono

 

Osmosi inversa per purificare l’acqua del pozzo… giusto!

Con l’osmosi inversa si possono risolvere pressoché tutti i problemi legati all’acqua per uso umano. Intendiamo per uso umano, l’acqua usata per bere, cucinare, lavare i denti, annaffiare le piante, nutrire gli animali domestici, far funzionare gli elettrodomestici ecc. L’acqua osmotizzata è infatti pura e sicura al 100%. Global Water Solution ha due decenni di esperienza in questo campo: ponici tutte le domande che vuoi. Il principio su cui si basa l’osmosi inversa è un processo fisico: l’applicazione di una pressione che spinge l’acqua attraverso una membrana osmotica che trattiene le sostanze inquinanti. Inoltre i depuratori hanno una serie di filtri a carboni attivi che eliminano altri potenziali inquinanti e sapori sgradevoli. Ciò che otteniamo è un ottima acqua oligominerale perfettamente potabile e a bassa durezza.

 

Potabilizzazione acqua del pozzo, esistono altre soluzioni?

Sicuramente avrai già sentito parlare di cloratore, lampada UV, addolcitore, kit depurazione… Si tratta di sistemi e tecniche che contribuiscono a risolvere i problemi di purezza e potabilità dell’acqua. La questione centrale sta nel fatto che, in questo campo che ha a che fare con la salute propria e dei propri cari, è completamente sconsigliato il fai-da-te. Il nostro consiglio è di far valutare ad un esperto la soluzione realmente idonea a rendere potabile e sicura l’acqua del proprio pozzo privato.

Vuoi parlare direttamente con noi e avere così le idee più chiare? Il mio numero è il seguente: 339 39 04 634 (Daniele Posa, titolare della Global Water Solution)

 

Per casa, per l’azienda, per il condominio

La potabilizzazione e la rimozione dei problemi che rendono l’acqua non adatta all’uso umano può sempre realizzarsi a patto di usare gli strumenti più opportuni. Non parliamo ovviamente solo della potabilizzazione dell’acqua del pozzo privato, ma anche della qualità dell’acqua della rete idrica pubblica, di cisterne e serbatoi.

In tanti anni abbiamo installato sistemi di depurazione per abitazioni private, condomini (anche molto grandi), attività commerciali (bar, ristoranti, agriturismi, hotel…), aziende agricole e complessi industriali. Ogni problema ha la sua soluzione!

 

Potabilizzare l’acqua del pozzo è possibile

Devi però rivolgerti all’azienda giusta: Global Water Solution di garantisce Professionalità, Trasparenza, Disponibilità sin dal primo contatto, e per tutte le future esigenze.

 

P.S. seguici sui social (pagina facebook, pagina instagram)

Vuoi saperne di più? Esplora il nostro blog

Kit depurazione acqua pozzo: di cosa hai bisogno per rendere sicura l’acqua?

Incentivi Fiscali Acqua 2022 – come funzionano

Alta concentrazione di arsenico nell’acqua: eliminiamolo per sempre!

Un test per la legionella nell’acqua: elimina il rischio legionellosi!

Osmosi inversa: filtri e membrane, cosa c’è da sapere

Acqua liscia, acqua frizzante: acqua gassata a prezzo di costo

Gasatore acqua: fanno bene o fanno male?

Depuratori acqua: come orientarsi sul mercato?

Kit depurazione acqua pozzo: di cosa hai bisogno per rendere sicura l’acqua?

Se sei tra coloro che cercano sul web il cosiddetto kit depurazione acqua pozzo: stop! Ora ti dico di cosa hai bisogno per rendere la tua acqua realmente sicura.

Innanzitutto mi presento. Mi chiamo Daniele Posa e mi occupo di potabilizzazione e purificazione dell’acqua per uso umano da 22 anni. Sono infatti il titolare di Global Water Solution.

Veniamo ora al nostro kit depurazione acqua pozzo…

Non esiste nessun kit. Inutile cercare su internet. Anzi, pericoloso cercare, dal momento che l’acqua è una cosa seria, e mi sento di sconsigliare in maniera netta il fai da te.

Come ho scritto più volte sul mio blog (link qui sotto un paio di articoli interessanti), tutto deve iniziare con una seria analisi chimica e microbiologica dell’acqua, realizzata all’interno di un vero Laboratorio di Analisi abilitato e certificato. Ci sono “professionisti” che si presentano a casa vostra con delle soluzioni reagenti fai da te: lasciate stare! Ho sempre chiarito ai miei clienti che il sopralluogo gratuito dei nostri Tecnici è finalizzato a toccare con mano il problema, ma poi è imprescindibile rivolgersi ad un Laboratorio: lo facciamo noi per voi, a partire da 39 euro.

Link utili dal mio blog:

daniele posa global water solution

Analisi chimica e microbiologica dell’acqua a partire da 39 euro

Come rendere potabile l’acqua del pozzo? Quanto costa? Come si fa?

Alta concentrazione di arsenico nell’acqua: eliminiamolo per sempre!

Un test per la legionella nell’acqua: elimina il rischio legionellosi!

Cosa fare dopo i risultati dell’analisi dell’acqua

Dopo l’analisi dell’acqua, un Professionista vero (come quelli che, onestamente, lavorano con me) sa per certo come comporre – finalmente – il vostro kit depurazione acqua pozzo.

Già, perché a specifico problema corrisponde specifica soluzione. Che problema ha la vostra acqua? Perché non è potabile, oppure, perché ci “sconsigliano” di berla. Forse è un acqua troppo dura, cioè ha troppe sostanze in soluzione come calcio e manganese, che formano il cosiddetto calcare? O forse contiene dei metalli pesanti in sospensione? O forse ha un residuo fisso troppo alto, dovuto alla presenza di altre componenti chimiche o fisiche? O magari è habitat per dei virus, come la legionella? O magari ha alte concentrazioni di sostanze pericolose come l’arsenico?

Non possiamo rispondervi da qui: dobbiamo avere i risultati delle vostre analisi in mano!

Qui, comunque, abbiamo indicato qualche impianto o componente di impianto utile a risolvere la maggior parte dei problemi: potete vedere di cosa si tratta da soli, oppure fare uno squillo a me, e sarò ben lieto di rispondervi personalmente. Segnati questo numero di telefono in rubrica: +39 3393904634 (Daniele Posa).

O se preferisci, inviami un messaggio, e ti risponderò entro breve: Global Water Solution

Un kit depurazione acqua pozzo potrebbe essere formato da:

Cloratore: un apparecchio che disinfetta l’acqua ed elimina la componente batteriologica

Dearsenificatore: una componente che elimina l’arsenico dall’acqua grazie ad un filtro contenente un minerale chiamato Bayoxide

Addolcitore: un sistema di filtrazione che trasforma i sali di calcio e magnesio in sali di sodio

Debatterizzatori a raggi UV: un sistema utilizzato per la disinfezione dell’acqua con potere germicida a basso impatto ambientale

Deferizzatore: un apparecchio che elimina con l’elettromagnetismo il ferro e gli altri metalli pesanti dall’acqua

Osmosi centralizzata: un sistema completo di purificazione dell’acqua, che garantisce il massimo della depurazione

Si ma qual è il kit giusto per la tua abitazione, per il tuo ristorante, per la tua cascina in campagna?

Te l’ho già detto: parliamone a quattr’occhi! Chiamami o scrivimi.

A presto, Daniele

Segui Global Water Solution sui social (pagina facebook, pagina instagram)

Pasqua 2022, una breve riflessione

Chi mi conosce, sa che sono molto affezionato alla tradizione del trascorrere in Famiglia quei momenti dell’anno, come la Pasqua, in cui a tutti noi è richiesto non solo di dedicarci al riposo e ai nostri cari, ma anche di dedicare qualche attimo alla riflessione.

La Pasqua, fuori e dentro la tradizione religiosa, è un momento di trasformazione. Coincide con il passaggio dall’inverno alla primavera, con i primi segnali dell’avvicinarsi delle belle stagioni, con la ripartenza delle attività commerciali sul territorio del nostro amato litorale…

Penso quindi che sia un momento perfetto per ragionare un po’ sul cambiamento che tutti noi possiamo mettere in atto, per cambiare tutto intorno a noi!

Noi, l’acqua.

I dati ci dicono che ogni giorno (ogni giorno!) ogni cittadino italiano consuma in media 220 litri d’acqua al giorno. Un numero grandissimo. Facendo due calcoli, una famiglia di 4 persone consuma più di 800 litri d’acqua al giorno e circa 240 m3 di acqua all’anno. Avete presente quanti sono 240 metri cubi? Consumiamo tutta quest’acqua per i nostri bisogni quotidiani: alimentazione, igiene personale, scarico del WC, lavastoviglie, lavaggio auto, irrigazione del giardino…

I dati ci dicono anche che in Italia, paese ricchissimo di risorse idriche, sarebbero disponibili addirittura 428 litri di acqua per abitante. Di fatto però le dispersioni rete portano nelle nostre case solamente circa la metà di questo “oro blu“. Un bene prezioso che viene sprecato a causa della cattiva gestione, la disattenzione o per gli impianti ormai obsoleti.

Nel frattempo, in Africa, in Asia, in Sud America, in Medio Oriente si soffre e si muore per la mancanza di acqua: disidratazione, siccità, inquinamento, mancanza di risorse idriche per l’agricoltura e l’allevamento. Si deve sapere che si combattano oggi nel mondo più guerre per il controllo dell’acqua, che per il controllo del petrolio: circa 300 conflitti! Ad oggi nel mondo oltre 2 miliardi di persone non hanno accesso ad acqua sicura, e oltre 4 miliardi di persone non hanno a disposizione servizi igienico-sanitari sicuri. Dobbiamo ammetterlo: noi italiani siamo proprio fortunati.

Essere come l’acqua.

Come abbiamo imparato a scuola da bambini, l’acqua è l’elemento che più di tutti per natura cambia. Diventa ghiaccio, poi torna liquida, diventa vapore acqueo, cade come pioggia, diventa nutrimento per le piante. Nei suoi cambiamenti costanti l’acqua genera e custodisce la vita.

Per questo volevo condividere con voi questo piccolo pensiero: siate come l’acqua. Tutti noi dobbiamo essere come l’acqua! Non dobbiamo avere paura di cambiare. Di cambiare le nostre abitudini, di modificarle per migliorare e alleggerire il nostro impatto ambientale sul pianeta. Non dobbiamo avere paura di fare scelte più coraggiose: nei confronti dell’ambiente, nei confronti della gestione delle risorse, nei confronti degli altri popoli del mondo.

Ma sopratutto, non dobbiamo avere paura di guidare chi amiamo verso un sano cambiamento: i nostri figli, prima di tutti, a cui lasceremo un giorno questo Pianeta, e tutta l’acqua che saremo riusciti a non sprecare, a non inquinare, a meglio redistribuire tra tutti i popoli della terra.

A tutti voi una Felice Pasqua.

Daniele Posa

Segui il mio blog e scopri novità, informazioni e incentivi su globalwatersolution.it

Contattami:

Incentivi Fiscali Acqua 2022 – come funzionano

Dallo Stato un aiuto concreto: subito 500 euro come credito d’imposta sull’acquisto e installazione di un depuratore domestico (e fino a 2.500 euro per le aziende)

Per ridurre il consumo di acqua e di contenitori di plastica lo Stato ha previsto degli Incentivi Fiscali Acqua 2022, sotto forma di credito d’imposta del 50% per le spese di acquisto e installazione di sistemi per il miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano (depuratori, sistemi di filtraggio, addolcitori, gasatori, ecc.).

ATTENZIONE: La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato al 2023 questa agevolazione inizialmente introdotta per il biennio 2021-2022.

Cioè: potrete finalmente risparmiare se pensate di installare in casa o in azienda (un ristorante, così come un’azienda agricola o un ufficio) un sistema di:

  • filtraggio (compresa l’osmosi inversa)
  • addolcimento
  • raffreddamento
  • addizione di CO2 (anidride carbonica alimentare)

Grazie agli Incentivi Fiscali Acqua 2022 potrete beneficiare di un credito d’imposta del 50% su un importo massimo di:

  • 1.000 euro per ciascun immobile, per le persone fisiche
  • 5.000 euro per ogni immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali.

Bene, se siete convinto di usufruire di questa opportunità, contattateci direttamente per qualsiasi domanda su come accedere agli Incentivi ad un nostro esperto, senza alcun impegno. Al momento opportuno, penseremo noi a trasmettere le informazioni sugli interventi all’Enea – l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

Se invece volete maggiori informazioni, continuate a leggere…

Informazioni utili sugli Incentivi Fiscali Acqua 2022

La Legge di Bilancio 2021 (avevamo spiegato tutto in questo articolo di approfondimento) ha introdotto un bonus fiscale quale credito d’imposta del 50% per acquistare sistemi di miglioramento dell’acqua a vantaggio dei soggetti privati (uso domestico) e delle aziende, per incrementare l’uso dell’acqua delle reti idriche (rubinetto) e degli approvvigionamenti privati (pozzi e cisterne) a discapito delle bottiglie in PET che arrecano gravissimi e non più sostenibili danni all’ambiente.

In pratica, obiettivo dell’iniziativa statale è quella di incentivare il risparmio idrico e la salvaguardia ambientale.

Chi può beneficiare degli Incentivi?

Possono beneficiare degli Incentivi Fiscali Acqua 2022 tutti i soggetti privati fino a 500€ di bonus per una spesa massima di 1.000€ per unità immobiliare; le Partite Iva (imprese, arti e professioni, attività di somministrazione di cibi e bevande) e gli Enti non commerciali (compresi gli enti del Terzo Settore ed enti religiosi), fino a 2.500€ di bonus per una spesa massima di 5.000€.

Possono presentare domanda i titolari:

  • di diritto di proprietà di un immobile
  • di altro diritto reale su edifici esistenti
  • i diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari

Interventi ammessi per beneficiare degli Incentivi Fiscali Acqua 2022

Gli Incentivi Fiscali Acqua 2022 riguardano la fornitura e l’installazione di depuratori e sistemi di filtraggiorubinetti e miscelatori per bagno e cucina, dispositivi per il controllo di flusso di acqua, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

Vi raccomandiamo, poiché Global Water Solution si occupa da più di vent’anni di risparmio idrico, di dare un’occhiata alle nostre rubinetterie – il nostro show-room è a Ladispoli, via Livorno 27d.

Inoltre, se siete interessati al miglioramento, al filtraggio e alla depurazione della vostra acqua domestica (o in azienda), trattiamo una vasta gamma dei migliori sistemi di depurazione presenti sul mercato internazionale, con tecnologia Made in Italy: qui trovate molti motivi per pensare seriamente di acquistare un depuratore ad osmosi inversa o un addolcitore d’acqua.

Ti serve una mano, oppure qualche chiarimento in più? Ecco i miei contatti (Daniele Posa)

Come accedere agli Incentivi Fiscali Acqua 2022

L’importo delle spese sostenute deve essere documentato da una fattura elettronica o un documento commerciale in cui sia riportato il codice fiscale del soggetto che richiede il credito. Per i privati e in generale i soggetti diversi da quelli esercenti attività d’impresa in regime di contabilità ordinaria, il pagamento va effettuato con versamento bancario o postale o con altri sistemi di pagamento diversi dai contanti. In ogni caso, per le spese sostenute prima della pubblicazione del Provvedimento n. 153000 del 16 giugno 2021 – pdf sono fatti salvi i pagamenti in qualunque modo avvenuti ed è possibile integrare la fattura o il documento commerciale attestante la spesa annotando sui documenti il codice fiscale del soggetto richiedente il credito.

L’ammontare delle spese agevolabili va comunicato all’Agenzia delle Entrate tra il 1° febbraio e il 28 febbraio dell’anno successivo al quello di sostenimento del costo inviando il modello tramite il servizio web disponibile nell’area riservata o i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate. L’incentivo può essere utilizzato in compensazione tramite F24, oppure, per le persone fisiche non esercenti attività d’impresa o lavoro autonomo, anche nella dichiarazione dei redditi riferita all’anno della spesa e in quelle degli anni successivi fino al completo utilizzo dell’incentivo.

Perché acquistare un depuratore o un addolcitore usufruendo del Incentivi Fiscali Acqua 2022?

Quì ho descritto i più diffusi problemi che rendono l’acqua non potabile, cattiva da bere o dannosa per gli elettrodomestici, per la salute e per quella di piante e animali.

(Qui puoi prenotare rapidamente una ANALISI MICRO-BIOLOGICA DELL’ACQUA).

Tra i problemi più frequenti c’è quello dell’acqua “troppo dura” ovvero con alte concentrazioni di calcio e manganese. Per esempio mi riferisco agli accumuli di calcare sull’acciaio del lavandino o in bagno: e anche qui garantisco che è possibile eliminare il problema in via definitiva…

Per qualsiasi esigenza, segnatevi questo numero di telefono in rubrica (rispondo anche su chat di whatsapp): +39 3393904634 – Daniele Posa

Bonus acqua potabile – Che cos’è

Dallo Stato un aiuto concreto: credito d’imposta del 50% sulle spese per acquisto e installazione di sistemi di ammodernamento idrico (in casa e in azienda)

Per ottimizzare e razionalizzare l’uso di acqua nelle abitazioni e nelle aziende, e ridurre il consumo di contenitori di plastica, è stato previsto dallo Stato il Bonus Acqua Potabile, cioè un credito d’imposta del 50% per le spese di acquisto e installazione di sistemi per il miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti.

In altre parole, potete finalmente prendere in considerazione l’idea di installare in casa o in azienda (un ristorante, così come un’azienda agricola o un ufficio) un sistema di:

  • filtraggio (compresa l’osmosi inversa)
  • addolcimento
  • raffreddamento
  • addizione di CO2 (anidride carbonica alimentare)

Grazie al Bonus Acqua Potabile potrete beneficiare di un credito d’imposta del 50% su un importo massimo di:

  • 1.000 euro per ciascun immobile, per le persone fisiche
  • 5.000 euro per ogni immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali.

ATTENZIONE: La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato al 2023 questa agevolazione inizialmente introdotta per il biennio 2021-2022.

Bene, se sei già convinto di voler usufruire di questa opportunità, contattaci direttamente e potrai rivolgere ogni domanda su come accedere al Bonus Acqua ad un nostro esperto, senza alcun impegno di acquisto (quando sarai convinto, provvederemo noi a tutto).

Se invece hai bisogno di maggiori informazioni, continua a leggere…

Informazioni utili sul bonus acqua

In Italia la Legge di Bilancio 2021 (avevamo spiegato tutto in questo articolo di approfondimento) ha introdotto un bonus fiscale tradotto in un credito d’imposta del 50% per acquistare sistemi di filtraggio, depurazione, addolcimento e miglioramento dell’acqua a vantaggio di tutti i soggetti privati (per uso domestico) e di tutte le aziende, al fine di incrementare l’utilizzo dell’acqua delle reti idriche (rubinetto) e degli approvvigionamenti privati (pozzi e cisterne).

Le informazioni sugli interventi andranno trasmesse in via telematica all’Enea – l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile.

Chi può beneficiare del bonus fiscale?

Tutti i soggetti privati fino a 500€ di bonus per una spesa massima di 1.000€ per unità immobiliare; le Partite Iva (imprese, arti e professioni, attività di somministrazione di cibi e bevande) e gli Enti non commerciali (compresi gli enti del Terzo Settore ed enti religiosi), fino a 2.500€ di bonus per una spesa massima di 5.000€.

Possono presentare domanda i titolari:

  • di diritto di proprietà di un immobile
  • di altro diritto reale su edifici esistenti
  • i diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari

Interventi ammessi per beneficiare del Bonus Acqua

Il bonus acqua potabile 2021 riguarda la fornitura e l’installazione di depuratori e sistemi di filtraggiorubinetti e miscelatori per bagno e cucina, dispositivi per il controllo di flusso di acqua, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

A tal riguardo, visto che Global Water Solution si occupa da più di vent’anni di risparmio idrico, vi consigliamo spassionatamente di dare un’occhiata alle nostre rubinetterie attentamente selezionate tra le migliori (e anche convenienti) presenti sul mercato (il nostro show-room è a Ladispoli, via Livorno 27d).

In pratica, obiettivo dell’iniziativa statale è quella di incentivare il risparmio idrico e la salvaguardia delle risorse idriche.

Inoltre, se siete interessati al miglioramento, al filtraggio e alla depurazione della vostra acqua domestica (o in azienda), trattiamo una vasta gamma dei migliori sistemi di depurazione presenti sul mercato internazionale, con tecnologia Made in Italy: qui trovate molti motivi per pensare seriamente di acquistare un depuratore ad osmosi inversa o un addolcitore d’acqua.

Ti serve una mano, oppure qualche chiarimento in più? Facci uno squillo o scrivici un messaggio.

Come richiedere il bonus Bonus Acqua Potabile

L’importo delle spese sostenute deve essere documentato da una fattura elettronica o un documento commerciale in cui sia riportato il codice fiscale del soggetto che richiede il credito. Per i privati e in generale i soggetti diversi da quelli esercenti attività d’impresa in regime di contabilità ordinaria, il pagamento va effettuato con versamento bancario o postale o con altri sistemi di pagamento diversi dai contanti. In ogni caso, per le spese sostenute prima della pubblicazione del Provvedimento n. 153000 del 16 giugno 2021 – pdf sono fatti salvi i pagamenti in qualunque modo avvenuti ed è possibile integrare la fattura o il documento commerciale attestante la spesa annotando sui documenti il codice fiscale del soggetto richiedente il credito.

L’ammontare delle spese agevolabili va comunicato all’Agenzia delle Entrate tra il 1° febbraio e il 28 febbraio dell’anno successivo al quello di sostenimento del costo inviando il modello tramite il servizio web disponibile nell’area riservata o i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate. Il bonus può essere utilizzato in compensazione tramite F24, oppure, per le persone fisiche non esercenti attività d’impresa o lavoro autonomo, anche nella dichiarazione dei redditi riferita all’anno della spesa e in quelle degli anni successivi fino al completo utilizzo del bonus.

Perché acquistare un depuratore o un addolcitore (per casa o per la propria azienda) usufruendo del Bonus Acqua?

Su questa pagina abbiamo descritto alcuni dei più diffusi problemi che possono rendere l’acqua non potabile, cattiva da bere o dannosa per gli elettrodomestici, per la salute e per quella di piante e animali. Tra i problemi più frequenti c’è quello dell’acqua “troppo dura” ovvero con alte concentrazioni di calcio e manganese. Per esempio ci riferiamo agli accumuli di calcare sull’acciaio del lavandino o in bagno: anche qui è possibile intervenire per eliminare il problema in via definitiva. (Qui hai le info per prenotare rapidamente una ANALISI MICRO-BIOLOGICA DELLA TUA ACQUA).

Segnati questo numero di telefono in rubrica: +39 3393904634 (Daniele Posa)

Come rendere potabile l’acqua del pozzo? Quanto costa? Come si fa?

Fai un investimento intelligente per te e per il Pianeta: potabilizza l’acqua del tuo pozzo

Si è vero, è possibile rendere potabile l’acqua del pozzo. Se hai la fortuna di abitare fuori città, forse hai la possibilità di risolvere un sacco di problemi e abbattere un sacco di costi inutili con un investimento intelligente. Se ti hanno detto che rendere potabile e buona da bere l’acqua di pozzo, oppure della rete idrica (cioè quella che esce dal rubinetto, ma anche di un serbatoio o di una cisterna dell’acqua) è un’operazione impossibile e costosissima… non ti hanno detto la verità.

Global Water Solution si occupa di potabilizzazione delle acque della rete idrica, di pozzi, cisterne e serbatoi da vent’anni. Ti garantiamo una cosa: ogni problema ha la sua soluzione! Quindi, senza perdere tempo, ecco il nostro contatto whatsapp, mandaci un messaggio e facci tutte le domande che vuoi… è gratis!

Analisi dell’acqua

Tutto inizia con un test della qualità della tua acqua. Se il test rivela che l’acqua non è potabile, allora bisogna attivare un laboratorio autorizzato affinché svolga delle analisi complete per conoscere le caratteristiche chimico-fisiche e microbiologiche dell’acqua. Dobbiamo sapere con esattezza se le acque contenute da pozzi, serbatoi idrici e cisterne contengono batteri o virus, metalli pesanti o altre sostanze in soluzione, perché è assolutamente necessario eliminarli completamente ed impedire future nuove contaminazioni.

Gli agenti inquinanti più comuni nei pozzi sono:

  • Calcio e manganese
  • Arsenico
  • Batteri (come la famigerata Legionella)
  • Nitrati
  • Fluoruri
  • Ferro e altri metalli pesanti

Prima di rivolgerti ad un laboratorio privato per le analisi, ti consigliamo di contattare uno dei nostri tecnici specializzati perché garantiamo a tutti i cittadini della Regione Lazio un sopralluogo completamente gratuito e senza impegno in cui eseguiamo un primo test per comprendere la natura del problema che riguarda la tua acqua oppure la rete. Ogni problema ha la sua soluzione!

Per approfondire, ti rimandiamo direttamente a questa pagina. Se vuoi contattarci direttamente, ecco il numero di telefono!

Ti hanno detto di installare un impianto ad osmosi inversa per purificare l’acqua del pozzo… giusto!

Con l’osmosi inversa si risolvono moltissimi dei problemi legati all’acqua da bere e per uso umano (includiamo in ciò anche l’acqua che usi per cucinare, lavarti i denti, annaffiare le piante, nutrire i tuoi animali domestici, far funzionare i tuoi elettrodomestici e molto altro)… sia a casa che nella tua azienda!

Ti consigliamo sempre e comunque di investire i tuoi soldi in un ottimo impianto di depurazione a osmosi inversa. Vuoi sapere quanto costano? Mandaci un messaggio e facci capire che tipo di esigenza hai… quanta acqua al giorno consumi, quanti siete in famiglia o che tipo di azienda hai…

Il principio su cui si basa l’osmosi inversa è un processo fisico (l’applicazione di una pressione) che spinge l’acqua attraverso una membrana osmotica che di fatto trattiene tutte le sostanze inquinanti. Inoltre i depuratori hanno una serie di filtri a carboni attivi che eliminano altri potenziali inquinanti e sapori sgradevoli. Ciò che otteniamo è un ottima acqua oligominerale perfettamente potabile.

Hai sentito parlare di altre soluzioni: cloratore, lampada UV, addolcitore, kit depurazione… ok, accetta il nostro consiglio!

Quelli di cui hai sentito parlare sono tutti sistemi e tecniche che contribuiscono a risolvere i problemi di purezza e potabilità della tua acqua. E su internet puoi certamente trovare tantissime informazioni a riguardo. Ma ascolta il nostro consiglio: fai valutare ad un vero esperto quale sia il modo realmente efficace e realmente migliore per intervenire sulla tua acqua. Cosa ti garantisce Global Water Solution? Professionalità e più di vent’anni di esperienza sul campo!

Ora segna questo numero nella rubrica del tuo telefono: +39 3393904634 (rispondo io personalmente: Daniele Posa)

Per casa, per l’azienda, per il condominio

La potabilizzazione e la rimozione di quei problemi che rendono la tua acqua non adatta al consumo umano o sconsigliabile per mille altri motivi (perché usandola in cucina altera il sapore dei cibi, perché la rubinetteria si riempie di calcare, perché le tubazioni sono pieni di residui, perché le piante che annaffiamo non sono in buona salute….) può realizzarsi pressoché sempre.

Nella nostra esperienza, abbiamo installato sistemi di depurazione per abitazioni private, condomini (anche molto grandi), attività commerciali (bar, ristoranti, agriturismi, hotel…), aziende agricole e complessi industriali. Te lo abbiamo già detto: ogni problema ha la sua soluzione!

Ok, se volevi sapere come rendere potabile l’acqua del pozzo… ora sai molte più cose…

Ma soprattutto, sai che puoi fare in ogni momento un colpo di telefono a Global Water Solution (ecco i contatti) e noi saremo felici di effettuare un sopralluogo senza alcun impegno, per illustrarti le soluzioni più adatte, più sicure… e per farti risparmiare davvero!

E se vuoi seguici sui social (ecco la nostra pagina facebook, ecco la nostra pagina instagram)

Vuoi saperne di più? Esplora il nostro blog:

Come accedere al Bonus Acqua 2021

Perché conviene installare un depuratore d’acqua domestico o nuove rubinetterie sfruttando gli incentivi

Sei vuoi sapere come accedere al bonus acqua, o bonus idrico, o bonus rubinetti (chiamatelo come volete)… sei nel posto giusto!

ATTENZIONE: La Legge di Bilancio 2022 ha prorogato al 2023 questa agevolazione inizialmente introdotta per il biennio 2021-2022. Vai al nostro articolo più aggiornato!

bonus acqua potabile incentivi risparmio idrico rubinetti 2021

In Italia la Legge di Bilancio 2021 ha introdotto un bonus fiscale tradotto in un credito d’imposta del 50% per acquistare sistemi di filtraggio, depurazione, addolcimento e miglioramento dell’acqua a vantaggio di tutti i soggetti privati (per uso domestico) e di tutte le aziende, al fine di incrementare l’utilizzo dell’acqua delle reti idriche (rubinetto) e degli approvvigionamenti privati (pozzi e cisterne).

Chi può beneficiare del bonus fiscale?

Tutti i soggetti privati fino a 500€ di bonus per una spesa massima di 1.000€ per unità immobiliare; le Partite Iva (imprese, arti e professioni, attività di somministrazione di cibi e bevande) e gli Enti non commerciali (compresi gli enti del Terzo Settore ed enti religiosi), fino a 2.500€ di bonus per una spesa massima di 5.000€.

Possono presentare domanda:

  • i titolari di diritto di proprietà di un immobile
  • i titolari di altro diritto reale su edifici esistenti
  • i titolari di diritti personali di godimento su parti di edifici esistenti o singole unità immobiliari

Bene, se sei già convinto di voler usufruire di questa opportunità, contattaci direttamente e potrai rivolgere ogni domanda su come accedere al Bonus Acqua ad un nostro esperto, senza alcun impegno di acquisto (quando sarai convinto, provvederemo noi a tutto).

Se invece hai bisogno di maggiori informazioni, continua a leggere questo articolo…

Accesso al bonus fiscale

Lo scorso Giugno con un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate viene chiarito come richiedere il bonus acqua potabile 2021 e si individuano le modalità di utilizzo del credito. A disposizione dei contribuenti, fino ad esaurimento risorse, ci saranno 20 milioni di euro derivanti dal Fondo per il risparmio delle risorse idriche.

Le persone fisiche non esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo possono utilizzare il credito:

  • nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento delle spese agevolabili e in quelle successive, fino a quando non se ne conclude l’utilizzo
  • in compensazione, tramite modello F24.

Tutti gli altri beneficiari potranno utilizzare il credito esclusivamente in compensazione.

I contribuenti che non esercitano attività d’impresa in contabilità ordinaria potranno beneficiare del credito d’imposta solo effettuando il pagamento delle spese con versamento bancario, postale o attraverso altri mezzi tracciabili. Nel Febbraio dell’anno successivo a quello di sostenimento delle spese, chi ha diritto al bonus dovrà comunicarlo all’Agenzia delle Entrate utilizzando un apposito modello. Alla domanda di rimborso bisognerà allegare una copia della fattura elettronica o dello scontrino, contenete il codice fiscale del soggetto che richiede il credito.

Inoltre che l’agevolazione non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva ai fini dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE).

Interventi ammessi per beneficiare del Bonus Acqua

Il bonus acqua potabile 2021 riguarda la fornitura e l’installazione di depuratori domestici, sistemi di filtraggiomineralizzazioneraffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare, di rubinetti e miscelatori per bagno e cucina, compresi i dispositivi per il controllo di flusso di acqua con portata uguale o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni doccia e colonne doccia con valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, compresi le eventuali opere idrauliche e murarie collegate e lo smontaggio e la dismissione dei sistemi preesistenti.

A tal riguardo, visto che Global Water Solution si occupa da più di vent’anni di risparmio idrico, vi consigliamo spassionatamente di dare un’occhiata alle nostre rubinetterie attentamente selezionate tra le migliori (e anche convenienti) presenti sul mercato (il nostro show-room è a Ladispoli, via Livorno 27d).

Inoltre, se siete interessati al miglioramento, al filtraggio e alla depurazione della vostra acqua domestica (o in azienda), trattiamo una vasta gamma dei migliori sistemi di depurazione presenti sul mercato internazionale, con tecnologia Made in Italy: qui trovate molti motivi per pensare seriamente di acquistare un depuratore ad osmosi inversa o un addolcitore d’acqua.

In pratica, obiettivo dell’iniziativa statale è quella di incentivare l’installazione di depuratori, addolcitori, rubinetti e miscelatori che favoriscono il risparmio idrico e la salvaguardia delle risorse idriche.

Bonus Acqua: non c’è tempo da perdere

Per quanto riguarda il Bonus Acqua 2021, è bene tenere a mente che è possibile utilizzarlo entro il 31 Dicembre, è quindi altamente consigliato agire tempestivamente: contattateci per la miglior soluzione alle vostre esigenze.

Inoltre, il Governo ha stanziato 20 milioni di euro fino ad esaurimento. Significa in poche parole che chi intende usufruire del bonus fiscale idrico dovrà fare presto, perché l’accoglimento delle domande dipende dall’ordine di arrivo: se la domanda arriverà a risorse esaurite… addio Bonus Acqua!

Non perdere altro tempo: facci uno squillo o scrivici un messaggio.

Perché acquistare un depuratore o un addolcitore (per casa o per la propria azienda) usufruendo del Bonus Acqua?

Su questa pagina abbiamo descritto alcuni dei più diffusi problemi che possono rendere l’acqua non potabile, cattiva da bere o dannosa per gli elettrodomestici, per la salute e per quella di piante e animali, perché troppo “dura” ovvero con alte o altissime concentrazioni di calcio e manganese. Tutti avranno notato per esempio degli accumuli del cosiddetto calcare sull’acciaio del lavandino o in bagno: anche qui è possibile intervenire per eliminare il problema in via definitiva. (Qui per prenotare l’ANALISI MICRO-BIOLOGICA DELL’ACQUA).

Segnati questo numero di telefono in rubrica: +39 3393904634 (Daniele Posa)

Alta concentrazione di arsenico nell’acqua: eliminiamolo per sempre!

L’arsenico è un elemento chimico che, oltre una certa misura, può essere estremamente pericoloso per la salute.

Alta concentrazione di arsenico nell’acqua? Ormai è possibile eliminare ogni rischio in maniera definitiva grazie al dearsenificatore domestico, un sistema di depurazione dell’acqua che è ormai alla portata di tutti. Ma come mai è così facile trovare l’Arsenico nell’acqua della nostra rete idrica e nei nostri pozzi? La sua diffusione dipende dal fatto che si tratta di un metalloide normalmente presente nell’ambiente sia in forma organica che inorganica. Gli esseri umani sono esposti all’arsenico principalmente attraverso l’assunzione di alimenti e attraverso l’acqua potabile proveniente da zone di origine vulcanica, che è molto spesso ricca in arsenico. In epoca industriale, poi, la presenza di arsenico nell’ambiente è stata incrementata dalle centrali elettriche, dalle fonderie, dal traffico veicolare e aereo, dall’incenerimento dei rifiuti, dall’uso dei pesticidi, dei fitofarmaci e dei fertilizzanti in agricoltura, ed altri fattori che hanno contribuito all’alta concentrazione di questo elemento in aria, in acque e nei terreni. 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità nelle “Linee Guida sulla qualità delle acque potabili” adotta per l’Arsenico un valore guida pari a 10 microgrammi per litro (µg/L), proprio in ragione dei suoi effetti sulla salute. Per questi motivi il valore di 10 µg/L è il massimo consentito per l’Arsenico nell’acqua potabile.

Elimina ogni rischio con il test che misura l’arsenico nell’acqua

Rendere potabile e buona da bere l’acqua di un pozzo, della rete idrica (cioè quella che esce dal tuo rubinetto) oppure di un serbatoio o di una cisterna dell’acqua è un’operazione possibile ed anche affrontabile economicamente (specialmente oggi, grazie al Bonus Idrico!). Global Water Solution si occupa di potabilizzazione delle acque della rete idrica, di pozzi, cisterne e serbatoi da vent’anni. Ti garantiamo una cosa: ogni problema ha la sua soluzione!

Test dell’acqua: c’è alta concentrazione di arsenico?

Tutto inizia con un test della qualità della tua acqua. Se il test rivela se nella tua acqua c’è presenza di Arsenico e in quale concentrazione, allora bisogna intervenire immediatamente. Prima di rivolgerti ad un laboratorio chimico per effettuare le analisi, che hanno comunque un costo, ti consigliamo di contattare uno dei nostri tecnici specializzati perché garantiamo a tutti i cittadini della Regione Lazio un sopralluogo completamente gratuito e senza impegno in cui eseguiamo un primo test per comprendere la natura del problema che riguarda la tua acqua.

Sul nostro sito abbiamo descritto alcuni dei più diffusi problemi che possono rendere l’acqua non potabile, cattiva da bere o dannosa per i tuoi elettrodomestici, per la tua salute e per quella di piante e animali. Hai mai notato per esempio degli accumuli di calcare nel rubinetto o sull’acciaio del tuo lavandino? Per approfondire, ti rimandiamo direttamente a questa pagina.

Salvaguarda la salute della tua famiglia, dei tuoi animali, dei tuoi elettrodomestici, dei tuoi impianti…

La potabilizzazione e, in generale, la rimozione dei problemi che rendono la tua acqua non adatta al consumo umano oppure sconsigliabile per mille altri motivi (perché usandola in cucina altera il sapore dei cibi, perché la rubinetteria si riempie di calcare, perché le tubazioni sono pieni di residui, perché le piante che annaffiamo non sono in buona salute….) può realizzarsi quasi sempre.

I tecnici di Global Water Solution sono in grado di intervenire non soltanto nelle abitazioni private e nelle attività commerciali (bar, ristoranti, agriturismi, hotel…), ma anche in grandi aziende, condomini e complessi residenziali.

Fai un colpo di telefono a Global Water Solution oppure scrivici (ecco i contatti) saremo felici di effettuare un sopralluogo presso la tua azienda, condominio o abitazione privata senza alcun impegno, per illustrarti le soluzioni più adatte e convenienti per ogni genere di problema riscontrato con la tua acqua.

Segnati questo numero di telefono in rubrica: +39 3393904634 (Daniele Posa)

E se vuoi seguici sui social: ecco la nostra pagina facebook ed ecco la pagina instagram

PRENOTA UN A PARTIRE DA 39€!

Leggi di più: un aiuto da parte dello Stato

Con la Legge di Bilancio del 30 dicembre per il 2021 è stato previsto un bonus per l’acquisto di impianti per il trattamento dell’acqua potabile: un Bonus Fiscale del 50% della spesa con un tetto di 1000 euro a favore dei privati, e un tetto di 5000 euro a favore di professionisti e ristorazione.

Sempre la legge di bilancio, in un particolare emendamento all’articolo 12-bis, prevede anche un Bonus Idrico per la sostituzione dei vecchi impianti. Non si tratta di un bonus per il trattamento dell’acqua, ma riguarda gli impianti che utilizzano rubinetti e miscelatori a 3 vie o a 5 vie per gli erogatori d’acqua liscia, fredda e frizzante, e non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva a fini ISEE.

Hai bisogno di aiuto? Contattaci su Whatsapp